ChatGPT applicato agli eCommerce + esempi

Indice

L’eCommerce è diventato sempre più diffuso negli ultimi anni e utilizzato da centinaia di migliaia di aziende, grazie alla comodità e alla facilità d’uso che offre.

Tuttavia con l’aumento del numero degli eCommerce, diventa sempre più difficile per i venditori distinguersi dalla concorrenza e offrire un’esperienza di acquisto personalizzata ai propri clienti.

L’uso di tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale (AI) può fare la differenza.

In questo articolo, esploreremo come l’uso di ChatGPT può migliorare l’esperienza di acquisto online per i clienti e come gli eCommerce possono sfruttare questa tecnologia per aumentare le vendite e la fedeltà dei clienti.

 

Che cosa è ChatGPT?

ChatGPT è un modello di generazione del linguaggio su larga scala, sviluppato da OpenAI, che utilizza tecniche di deep learning per generare testo simile a quello prodotto dall’uomo.

Grazie all’addestramento su un vastissimo set di dati di testo provenienti dal web, ChatGPT è in grado di:

  • completare un determinato prompt di testo;
  • scrivere una storia;
  • scrivere un articolo;
  • rispondere a domande;
  • riepilogare un testo;
  • generare codice;
  • e molto altro.

(Se vuoi avere maggiori approfondimenti su come funziona un algoritmo ti consigliamo di leggere l’articolo “Come funziona l’algoritmo di Facebook?”)

Ciò che contraddistingue ChatGPT da altri chatbot è che non utilizza risposte predefinite programmate in anticipo.

Il modello utilizza l’elaborazione del linguaggio naturale per comprendere e rispondere alle domande degli utenti in tempo reale.

Tuttavia è importante sottolineare che le risposte generate da ChatGPT non sono sempre perfette e potrebbero contenere errori o inesattezze.

ChatGPT non può sostituire l’esperienza umana e il processo decisionale, ma può essere utilizzato come uno strumento di supporto in vari aspetti del tuo eCommerce.

 

Come iniziare con ChatGPT

Per iniziare a utilizzare ChatGPT, è sufficiente digitare una domanda o un’istruzione nel campo di input del sistema di chat.

Esempio: potresti iniziare digitando “Ciao, come posso utilizzare ChatGPT per ottenere informazioni sulle auto?” o “Mi puoi aiutare a trovare informazioni sulle tecniche di apprendimento automatico?”.

Dopo aver digitato la tua domanda, ChatGPT utilizzerà la sua vasta conoscenza per generare una risposta che speriamo possa aiutarti.

Se la risposta non è completa o non soddisfa completamente la tua richiesta, puoi sempre fare ulteriori domande o fornire maggiori informazioni per ottenere una risposta più precisa.

In sostanza, il modo migliore per iniziare con ChatGPT è fornirgli gli inputs corretti (domande) per avere gli outputs efficienti (risposte).

ChatGPT farà del suo meglio per fornirti una risposta completa e accurata.

 

Configurare ChatGPT sul tuo eCommerce

 

1) Scegli la piattaforma di chatbot corretta

Prima di iniziare a configurare ChatGPT, è importante scegliere la piattaforma di chatbot giusta per il tuo eCommerce.

Ci sono molte opzioni disponibili sul mercato, come:

che possono essere utilizzate per configurare ChatGPT.

È importante scegliere una piattaforma di chatbot che sia compatibile con le tue esigenze e che fornisca le funzionalità necessarie per la gestione delle interazioni dei clienti.

Esempio: immagina di gestire un eCommerce di abbigliamento online e di voler automatizzare il supporto clienti attraverso un chatbot. Dovresti scegliere una piattaforma di chatbot come Dialogflow o IBM Watson che abbia funzionalità avanzate di elaborazione del linguaggio naturale per comprendere le richieste dei clienti.

 

2) Creare il tuo account di chatbot

Dopo aver scelto la piattaforma di chatbot, devi creare il tuo account .

La maggior parte delle piattaforme di chatbot richiede la registrazione di un account prima di poter iniziare la configurazione.

Durante la registrazione del tuo account di chatbot, dovrai fornire informazioni come:

  • il nome del tuo chatbot;
  • la tua email;
  • la tua password;
  • le informazioni di pagamento se necessarie.

Una volta registrato l’account, puoi accedere alla dashboard del tuo chatbot e iniziare a configurarlo.

NB. Dialogflow o IBM Watson offrono piani gratuiti. L’account gratuito di Dialogflow ti consente di avere fino a 500 richieste al mese, mentre l’account gratuito di IBM Watson ti consente di avere fino a 10.000 messaggi al mese.

 

3) Configurare le impostazioni del tuo chatbot

Dopo aver creato il tuo account, devi configurare le impostazioni.

Queste impostazioni includono informazioni come:

  • il nome del tuo chatbot;
  • la lingua;
  • la zona oraria;
  • e altre impostazioni che definiscono il comportamento del tuo chatbot.

È importante configurare le impostazioni in modo accurato per assicurarti che il tuo chatbot funzioni correttamente e soddisfi le esigenze dei tuoi clienti.

Esempio: se la tua piattaforma di eCommerce è utilizzata in diverse lingue, è importante configurare il tuo chatbot per supportare tutte le lingue utilizzate dai tuoi clienti.

 

4) Crea un nuovo progetto

Una volta creato l’account sulla piattaforma scelta, devi creare un nuovo progetto.

Il progetto è il luogo in cui creerai e configurerai il tuo chatbot.

In genere, puoi scegliere il nome del progetto e il tipo di chatbot che desideri creare, come un chatbot di supporto clienti o un chatbot di marketing.

Esempio: una volta creato l’account sulla piattaforma scelta, puoi creare un nuovo progetto chiamato “Supporto clienti”. In questo progetto, puoi configurare il tuo chatbot per rispondere alle domande dei clienti e fornire assistenza tecnica.

 

5)  Definire le risposte ai messaggi dei clienti

Dopo aver configurato le impostazioni e creato il progetto, devi definire le risposte ai messaggi dei clienti.

Questo processo consiste nel definire le risposte che il chatbot fornirà ai messaggi dei clienti in base alle domande e alle richieste dei clienti.

È importante definire le risposte ai messaggi dei clienti in modo accurato per assicurarti che fornisca risposte precise e immediate.

Esempio: se un cliente ti chiede informazioni sulle politiche di reso, potrai inserire tutte le informazioni riguardanti esso. 

 

6) Configura le azioni del chatbot

Oltre a rispondere alle domande dei clienti, il tuo chatbot può anche eseguire azioni specifiche, come la gestione dell’inventario o l’elaborazione degli ordini.

Devi configurare le sue azioni in modo che possa interagire con il tuo sistema di eCommerce e automatizzare il processo.

Esempio: se un cliente vuole acquistare un prodotto, il chatbot può inviare l’ordine al sistema di eCommerce e fornire un numero di tracking per la spedizione.

 

 

ChatGPT: punti di forza

ChatGPT può avere diversi impatti positivi in ambito eCommerce.

Può migliorare l’esperienza del cliente, aumentare la fedeltà dei clienti e migliorare l’efficienza del servizio clienti, contribuendo a migliorare le opportunità di vendita.

Vediamoli nel dettaglio:

 

È gratuito

Uno dei maggiori vantaggi di ChatGPT è che puoi iniziare a utilizzarlo senza dover acquistare una licenza o un abbonamento.

Infatti, ChatGPT offre un piano gratuito con limitazioni sulla quantità di conversazioni e funzionalità disponibili.

Tuttavia, se si desidera un utilizzo completo di ChatGPT, è disponibile un piano a pagamento che offre funzionalità avanzate come l’integrazione con strumenti di terze parti e l’analisi dei dati.

In questo modo, gli eCommerce di qualsiasi dimensione possono sperimentare ChatGPT e verificarne l’efficacia senza dover sostenere costi iniziali.

Naturalmente a seconda della complessità del progetto e della quantità di personalizzazioni richieste, l’utilizzo di ChatGPT comporterà inevitabilmente dei costi, 

Tuttavia, questi costi possono essere ammortizzati a lungo termine, grazie alla maggiore efficienza del servizio clienti e all’aumento delle opportunità di vendita.

 

Assistenza clienti 24/7

ChatGPT può essere utilizzato per fornire assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Ciò significa che i clienti possono porre domande e ricevere assistenza in qualsiasi momento, aumentando la loro soddisfazione e la percezione di un servizio clienti affidabile e professionale.

Di conseguenza, le aziende possono aumentare la fedeltà dei clienti, incoraggiando ripetuti acquisti e migliorando la reputazione del brand.

 

Personalizzazione

Grazie alla capacità di analizzare grandi quantità di dati, ChatGPT può offrire soluzioni personalizzate e, per esempio, consigliare prodotti in base alle preferenze dei clienti e ai loro acquisti precedenti.

Questa funzionalità può migliorare notevolmente l’esperienza del cliente, offrendo suggerimenti pertinenti per i loro bisogni e aumentando la loro retention.

Inoltre, ChatGPT può utilizzare i dati raccolti per suggerire vendite incrociate e dirette ai clienti.

Esempio: se un cliente sta acquistando un prodotto specifico, ChatGPT può suggerire prodotti complementari o correlati, aumentando così la possibilità di vendite incrociate.

Oppure può offrire prodotti di livello superiore (o prodotti simili) in base ai prodotti acquistati precedentemente, aumentando la probabilità di vendite dirette (e, di conseguenza, il valore del carrello medio).

Infine, l’utilizzo di ChatGPT per la raccolta e l’analisi dei dati dei clienti può anche fornire una maggiore comprensione delle esigenze dei clienti, consentendo alle aziende di personalizzare la loro offerta di prodotti e migliorare ulteriormente l’esperienza del cliente.

In sintesi, l’utilizzo di ChatGPT per analizzare i dati dei clienti e offrire prodotti personalizzati può aumentare la fedeltà dei clienti, migliorare le opportunità di vendita e portare al successo dell’e-commerce.

 

Riduzione del carico di lavoro

ChatGPT è in grado di rispondere a una vasta gamma di domande e richieste comuni, fornendo informazioni accurate e affidabili in modo rapido ed efficiente.

Ciò significa che può supportare il customer care in modo significativo, riducendo il loro carico di lavoro e permettendogli di gestire le attività più impegnative e strategiche.

È in grado di apprendere continuamente dalle interazioni con i clienti, migliorando costantemente le sue risposte e le sue performance.

Questo significa che, nel tempo, può diventare ancora più efficiente e accurato, fornendo sempre un servizio clienti di alta qualità.

 

Aumentare l’efficienza del customer care

I visitatori e/o clienti di un Commerce, solitamente, desiderano una risposta rapida e accurata alle loro domande e richieste.

Con ChatGPT non devono più attendere in lunghe code o passare attraverso lunghi menu di selezione delle opzioni, ma possono ottenere risposte istantanee alle loro domande, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Quindi riusciamo a migliorare l’efficienza del servizio clienti nel suo complesso.

In questo modo lasciamo il personale del customer care di concentrarsi su questioni più complesse e urgenti, aumentando così la loro produttività e migliorando l’esperienza complessiva del cliente.

 

Raccolta di dati

ChatGPT riesce a raccogliere e analizzare i dati dei clienti, inclusi i loro acquisti e le loro interazioni con il servizio clienti

Questo processo di raccolta e analisi dei dati può fornire informazioni preziose sul comportamento dei clienti, che possono essere utilizzate, per esempio, per migliorare e personalizzare:

  • l’esperienza del cliente;
  • la qualità del customer care;
  • sviluppare strategie di marketing più efficaci;
  • etc.

Attraverso l’analisi dei dati dei clienti, gli eCommerce possono ottenere informazioni preziose sulle preferenze e le esigenze dei propri clienti e identificare tendenze e pattern.

Esempio: se molti clienti richiedono informazioni su un prodotto specifico, l’azienda può decidere di aggiungere più informazioni nella scheda prodotto oppure di offrire una promozione su quel prodotto.

 

Multilingua

ChatGPT è in grado di comprendere e rispondere a domande in molte lingue diverse.

Grazie al supporto per almeno 95 lingue, ChatGPT può abbattere le barriere linguistiche e consentire agli eCommerce di interagire con i clienti di diverse regioni del mondo.

Ciò apre molte opportunità:

  • espandersi in nuovi mercati;
  • migliorare l’esperienza del cliente;
  • aumentare le vendite.

Inoltre è in grado di fornire risposte in lingua naturale, il che significa che può comprendere le sottigliezze linguistiche e culturali di diverse lingue.

Ciò consente agli eCommerce di offrire un’esperienza di acquisto personalizzata e di alta qualità ai loro clienti in tutto il mondo.

 

ChatGPT: punti di debolezza

Nonostante i molteplici punti di forza che ChatGPT può offrire, ci sono anche dei punti di debolezza che non possono essere ignorati.

Vediamoli di seguito:

 

Limitazioni nell’affrontare domande complesse

Ci sono alcune questioni che possono superare le loro capacità, come le domande complesse o specifiche sulle spedizioni.

Esempio: i clienti potrebbero chiedere informazioni dettagliate sulla data e l’ora esatta di consegna di un prodotto, o potrebbero riscontrare problemi di tracciamento dell’ordine o di spedizione.

In questi casi, ChatGPT potrebbe non essere in grado di fornire una risposta precisa e personalizzata.

Ed è per questo che è necessari un customer care umano, che possa fornire assistenza personalizzata quando necessario.

 

Inputs quantitativi e non qualitativi

La qualità delle risposte dipende dalla qualità dei dati a cui ha accesso.

Se il set di dati su cui si basa ChatGPT è obsoleto (o incompleto), le risposte fornite potrebbero essere imprecise o irrilevanti.

Ciò può causare frustrazione per gli utenti e, in alcuni casi, danneggiare la reputazione del brand.

Esempio: se un cliente chiede informazioni su un prodotto che non è più disponibile o se abbiamo apportato modifiche alla politica di reso ma ChatGPT (o qualunque altro chatbot) non ne è a conoscenza, il cliente potrebbe sentirsi truffato.

Per evitare questo tipo di situazioni, dobbiamo assicurarci che il set di dati utilizzato sia aggiornato e completo.

Ciò richiede un costante monitoraggio e aggiornamento dei dati, inclusi informazioni sui prodotti, politiche di consegna e reso, prezzi, ecc.

Inoltre, dobbiamo prestare attenzione alle domande dei clienti che il chatbot non è in grado di rispondere e utilizzarle come spunto per migliorare il set di dati e l’esperienza del cliente.

 

Risposte standardizzate

Anche se ChatGPT è in grado di fornire risposte coerenti, il rischio di risultare impersonale e robotico è sempre presente.

Ciò è particolarmente importante per gli eCommerce che cercano di costruire una forte connessione con il loro pubblico attraverso il loro stile di scrittura.

La mancanza di personalizzazione può rendere difficile per i clienti identificarsi con l’azienda e sentirsi coinvolti.

Inoltre, le risposte standardizzate possono non essere sufficienti per rispondere a domande più complesse o specifiche.

Per questo motivo è essenziale la supervisione costante delle risposte e, se necessario, modificarle per rispondere al tono e alla voce del proprio brand.

In questo modo, si può garantire una migliore esperienza del cliente e migliorare la connessione tra il cliente e il brand.

 

Mancanza di empatia

La mancanza di empatia è uno dei limiti intrinseci di ChatGPT.

Infatti, come qualunque chatbot, non può rilevare le emozioni o le esigenze emotive degli utenti.

Ciò può essere problematico in situazioni in cui i clienti hanno bisogno di un supporto umano che possa capire la loro situazione e rispondere con comprensione e calore.

In questi casi, la mancanza di empatia da parte di ChatGPT può renderlo inadatto come unico canale di customer care.

 

Limitata gamma di argomenti

ChatGPT non è in grado di gestire domande o richieste fuori dal suo ambito di conoscenza.

Ciò significa che i clienti potrebbero non ottenere l’assistenza di cui hanno bisogno per problemi che esulano dalle capacità di ChatGPT.

Per garantire una migliore esperienza utente, è importante che gli eCommerce che utilizzano ChatGPT definiscano e comunicano chiaramente i limiti dell’assistenza offerta da quest’ultimo.

In questo modo, i clienti possono essere indirizzati verso la soluzione migliore per le loro esigenze e avere un’esperienza positiva e soddisfacente.

 

ChatGPT applicato all’eCommerce: esempi

ChatGPT sembra un modo di fare tante cose in maniera semplice e veloce.

Quello che pensavi servisse in 3 giorni, oggi lo potresti realizzare in 3 ore.

Ma sempre se fornisci i giusti input e modifichi gli output.

Non pensare che un qualunque software di AI possa sostituire al 100% un professionista, ma può fornire un ottimo supporto.

E questo vale anche per ChatGPT, per avere un ottimo risultato serve fornirgli i giusti input e aggiustare/ampliare gli output che ti fornisce.

Di seguito trovi un pò di spunti interessanti di come stiamo utilizzando ChatGPT:

 

1) Script da utilizzare in un video UGC (User Generated Content)

 

2) 5 copy alternativi da utilizzare nelle ads di Meta

 

3) Testo da utilizzare nella pagina “Chi Siamo”

 

4) Testo da utilizzare in una scheda prodotto

 

5) Sequenza di 3 email da utilizzare nel flow del carrello abbandonato

Articoli correlati

Per molti eCommerce sfruttare al meglio la Summer Sales può significare un notevole incremento...
La concorrenza è feroce e i consumatori sono sempre più esigenti e attenti alle offerte che...
Se vuoi incrementare le performance del tuo eCommerce e aumentare la consapevolezza del tuo brand allora...

Vuoi aumentare il Fatturato e l’Utile del tuo eCommerce?

I marchi leader ci affidano i loro budget da anni.

Che cosa aspetti? Scrivici un messaggio e ti risponderemo!